Black & White Doll

This is 2nd part of our shooting: Hebe in Black and White, a beautiful Princess!

A special thanks to VIP Showroom 🙂 and thank you very much to Hebe.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Look all pics on   Black & White Doll

Annunci

Bansky da Mirella & Linda (anteprima)

Backstage – Il Camaleonte

Today was a great day: the weather was beautiful, not even a cloud, and the work we did for your satisfactory! Bjorn (or Toby) was the Chameleon, the “good guy” face who has turned into different characters, fun and fascinating!
Follow us to see the final work!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Photoshow 2011 Milano 12ma edizione

Alternativamente a Milano e Roma, il grande Show della fotografia, divenuto punto di riferimento per il settore dell’Imaging non solo in Italia ma anche all’estero, quest’anno da appuntamento a Milano dal 25 al 28 marzo 2011 in Fiera Milano City – Pad.3, accompagnato dal circuito di mostre di Photofestival, concetto molto vicino al Fuorisalone (12-17 aprile), che porterĂ  per un mese la fotografia in tutta la cittĂ .

Protagoniste le più avanzate tecnologie digitali, ma anche il fascino della fotografia tradizionale; i corsi per i fotografi in erba per carpire i segreti del mestiere e cimentarsi in live-set con modelle; i workshop, i seminari e le letture portfolio per i fotografi professionisti; il mercato dell’antiquariato fotografico per i collezionisti e i nostalgici; gli eventi, gli spettacoli e i concorsi dedicati al grande pubblico: questa è la formula vincente di Photoshow.

Photoshow è anche celebrazione della fotografia come fenomeno sociale e, infine, la fotografia come forma d’arte, sarà al centro di Photofestival, il percorso cittadino di mostre fotografiche d’autore nelle gallerie d’arte e nei luoghi più rappresentativi di Milano che per circa un mese (da metà marzo a metà aprile) farà da prologo e da corollario alla Fiera. Giunto alla sua quinta edizione, Photofestival è un progetto fortemente voluto dagli organizzatori di Photoshow con l’obiettivo di coniugare il momento espositivo con un momento culturale che coinvolge la Città di Milano.

Novità di Photoshow 2011 è la concomitanza con la prima edizione di Frame Art Expo – European Fine Art & Frame Exhibition, dedicata a un settore attiguo alla fotografia: quello delle cornici e dell’arte grafica (25-27 marzo 2011, Fiera Milano City – Pad.1).

Photoshow

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anteprima – Grunge Romantico

© Monica Fior - Model: Dasha@Major - MUA: Sonia Maccapani - Stylist: Mirella Seletto - Assistant: Mauro Tosca

 

Metropolitan Inverno

© Monica Fior Model: Hebe Kai-Kann Mua: Adrian Marcelo Bozzarelli Stylist: Antonio Carmine Napolitano Short: Zara Jacket: Zara Shoes and bag: Zara Accessories by Antonio C. Napolitano

©Monica Fior Model: Hebe Kai-Kann Mua: Adrian Marcelo Bozzarelli Stylist: Antonio Carmine Napolitano Short: Taglia 42 Top: Zara Shoes: Zara Accessories by Antonio C. Napolitano

Look all the pics on Metropolitan Winter

Lens: 24 mm f. 2,4, softbox + sb800

Salvador parlando di sè “…non perchè Dalì è molto bravo, sono gli altri che sono pessimi”

Chiunque abbia visto il Teatro-Museo a Figueres (Spagna), non pensi di trovare qualche somiglianza (se non per l’allestimento della sala Mae West) con la mostra presentata a Milano presso Palazzo Reale, Salvador Dalì Il sogno si avvicina; l’esposizione non è nè una retrospettiva nè un’antologia del grande pittore, bensì è a tema ben specifico. Il progetto di riportare il genio Dalì, dopo 50 anni, a Milano è durato un anno, con la “presunzione” da parte degli organizzatori, di realizzare un’esposizione così come lo stesso pittore, se ancora in vita, avrebbe immaginato di realizzare.

TerminerĂ  il 30 gennaio l’allestimento dedicato all’approfondimento del rapporto tra l’artista spagnolo e il tema del paesaggio; è un aspetto poco conosciuto dal grande pubblico, che offre però spunti di riflessione sul legame di Dalì con la pittura rinascimentale italiana, il surrealismo e la metafisica, processo che porta il pittore dal caos dell’inconscio al silenzio. Incontriamo qui un Dalì “diverso”: mistico, religioso e spirituale. Cinque sono le stanze realizzate per rappresentare questo disegno; la prima è dedicata alla Memoria, dove vengono accostate opere che illustrano il rapporto tra l’artista e il passato (La Venere di Milo con tiretti) o tele dedicate a Velaquez; nella stanza del Male viene affrontato il tema legato alla guerra. La Stanza dell’immaginario contiene opere legate al periodo surrealista, dove domina il tema dell’inconscio, dell’introspezione e della ricerca di sè, mentre nella Stanza dei Desideri, l’immaginario prenderĂ  forma con la celebre ricostruzione della Stanza di Mae West (realizzata in collaborazione con l’architetto Oscar Tusquets Blanca). Seguono la Stanza del Silenzio, dove il paesaggio trionfa mentre la figura del pittore scompare, e la Stanza del Vuoto, dove la pittura di caos si trasforma in pittura del silenzio. La parte conclusiva del percorso è una sintesi, dove si documenta il rapporto tra Dalì e Walt Disney. Ogni sezione è accompagnata da documentazioni dove Dalì, attraverso video e interviste, racconta il suo rapporto con i luoghi e paesaggi a lui piĂą cari (Figueres, Cadaques, Portlligat, l’Italia e l’amata Parigi).

Salvador Dalì fu pittore, scultore, scrittore, cineasta e designer…cosa avrebbe realizzato fosse stato anche fotografo? 🙂

Guarda il Video mostra