L’ho seguita…Francesca ora in mostra a Londra


Victoria Miro è lieta di annunciare una mostra dedicata ai lavori di Francesca Woodman tratti dalla sua recente retrospettiva esposta nel 2009 a Espacio AV, Murcia, tour per SMS Contemporanea, a Siena e a Palazzo della Ragione in Milano, nel 2010. Dal 17 novembre 2010 al 22 gennaio 2011 presso Victoria Miro Gallery (Londra).

© Francesca Woodman

Si può scrivere qualcosa su Francesca, che già non sia stato detto? Chi è Francesca? Molti la conoscono solo perché è stata una fotografa dalla vita controversa, perché si presume si sia tolta la vita a soli 22 anni; ma non tutti sanno chi sia stata in realtà. La mostra allestita a Milano lo scorso 16 luglio (sino il 24 ottobre u.s.) ha presentato una retrospettiva di Francesca Woodman, composta da 116 fotografie tra cui 15 immagini esposte in esclusiva per Milano (Palazzo della Ragione) e 5 video che hanno ripercorso tutta la sua carriera artistica. Cominciò  a soli 13 anni ad usare la macchina fotografica, probabilmente spinta dalla curiosità di seguire le orme del padre (pittore e fotografo). Francesca sperimentava e spesso utilizzava il suo stesso corpo per dar vita a ciò che era nei suoi occhi e, soprattutto, nella mente; lei era sempre disponibile (così rispondeva a chi le chiedesse in merito alla numerosità dei suoi autoritratti), per questo la troviamo nelle sue stesse immagini, per questo la troviamo parte della sua “creazione”.  In nove anni di attività, Francesca anticipa le tendenze e tematiche che connoteranno l’arte contemporanea e colpisce la comunità artistica per la sua maturità e coerenza concettuale delle opere.

Nelle sue opere spesso il suo corpo si assimila con l’intonaco dei muri, gioca con la propria ombra, compare da porte e finestre, si nasconde tra mobili e gli oggetti; utilizza la luce con grande maestria, gioca con essa sfaldandone la consistenza piuttosto che esaltarla, tornisce le forme ma sempre colte come frammenti, come particolari. Il volto viene tagliato, nascosto dalle maschere e dai capelli, oppure assente del tutto, come per scomparire tra le cose, per ritrovarsi ancora di più; inquietudini e ricerche di sé che agitano l’osservatore e l’attore, chi guarda e chi è guardato, chi è in scena e chi ne è fuori; Francesca crea un teatro, dove emozioni sopraggiungono da uno sguardo, da un movimento poetico del pensiero, crea una regia pervasa da un senso di libertà che tenta di liberarsi, attraverso la moltiplicazione dei punti di vista, di giochi erotici, talvolta scabrosi, ma sempre innocenti.

Francesca non va discussa, va solo guardata, non solo vista. Le sue immagini sono cariche di significati, anche esoterici, studiati, pensati, nulla è lasciato al caso.

“ Ho dei parametri e la mia vita a questo punto è paragonabile ai sedimenti di una vecchia tazza da caffè e vorrei piuttosto morire giovane, preservando ciò che è stato fatto, anziché cancellare confusamente tutte queste cose delicate”, questo lei era: profonda, giovane e fresca, delicata, forse troppo, per questo mondo.

 

Victoria Miro Gallery

16 Wharf Road
London N1 7RW
United Kingdom

http://www.victoria-miro.com/exhibitions/_413/

3 thoughts on “L’ho seguita…Francesca ora in mostra a Londra

  1. Toccante e ben scritta la tua presentazione di quest’artista,che non conoscevo ma che ora conosco grazie a te.
    Purtroppo per la distanza che mi separa da Milano(vivo in Puglia) ho visto solo la mostra di Kubrik, ma non dispero. Grazie ancora Domenico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...