Fotografi emergenti: Angela Loveday


“La fotografia è il solo modo di percorrere le città in silenzio, di attraversare il mondo in silenzio”. (J. Baudrillard)

L’Associazione culturale ArtGallery e Altavia promuovono e organizzano al Centre culturel français de Milan- Palazzo delle Stelline a Milano, dal 23 novembre al 3 dicembre 2010, la mostra “Simulacri e Impostura / Simulacres et Simulation”, della giovane promessa dell’arte Angela Loveday, a cura di Igor Zanti.

© Angela Loveday

La collaborazione tra ArtGallery e Altavia, nata da un’affinità estetica e da una forte empatia, negli anni si è fatta sempre più progettuale. ArtGallery è un’associazione no profit che aiuta le nuove generazioni di artisti ad emergere nel mondo dell’arte, offrendo una vetrina sul web e la possibilità di promuoversi attraverso diversi spazi espositivi. Per Altavia, specialista europeo della comunicazione commerciale, l’incontro tra arte e responsabilità sociale d’impresa rappresenta una naturale evoluzione di un percorso intrapreso fin dagli esordi, nella direzione di una concreta e sentita adesione alla cultura della sostenibilità.Il supporto di giovani talenti è consapevolezza di una necessaria reciprocità tra l’impresa e il contesto sociale in cui essa agisce.

“Simulacri e Impostura / Simulacres et Simulation” è una riflessione sull’essenza stessa della fotografia. La fotografia crea una distanza insormontabile tra l’osservatore e i corpi fotografati, trasformandoli in simulacri. Attraverso l’impostura della fotografia è l’osservatore stesso a rendere questi corpi reali, nell’attimo in cui li osserva li lascia entrare nella propria mente, modificandone la percezione fenomenica del mondo.

Come spiega il curatore “La mostra vuole essere anche e soprattutto uno spazio in cui l’essenza del pensiero antropologico postmoderno diviene immagine, che trova le proprie radici e la propria ispirazione nella ricerca filosofica di matrice francese. La Loveday cita intellettuali come Baudrillard e Bataille, che affrontarono in modo pionieristico le problematiche dell’identità dell’uomo contemporaneo, in relazione al virtuale non come luogo di assenza fisica, ma come luogo in cui il pensiero diviene più reale del reale: iperreale”.

Angela Loveday è nata il 14 maggio 1984 da madre italiana e padre nigeriano. Si avvicina al mondo della fotografia grazie ad un corso di diploma superiore in Comunicazione Pubblicitaria. Attualmente frequenta un corso di laurea specialistica presso la Nuova Accademia di Belle Arti (NABA) a Milano. L’artista ha partecipato a numerose mostre collettive e ha vinto il Premio Artelaguna 2010 nella sezione under 25. Ha inoltre esposto le sue opere alla personale “Presenze” presso la NABA, sempre a cura dell’Associazione ArtGallery.

L’inaugurazione della mostra fotografica di Angela Loveday “Simulacri e Impostura / Simulacres et Simulation” si svolgerà il 23 novembre a partire dalle ore 19 presso il Centre culturel français de Milan in Corso Magenta 63 a Milano. La mostra è aperta al pubblico fino al 3 dicembre 2010. L’ingresso libero.

Centre culturel français de Milan – Palazzo delle Stelline – Milano dal 23 novembre al 3 dicembre 2010

http://www.associazioneartgallery.org/

http://www.angela-loveday.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...